340 5996211

Blog

In questo articolo ti voglio dare 3 suggerimenti (anzi 4), che possono aiutarti a migliorare il tasso di apertura e il tasso di click delle tue mail.

Tassi di apertura e tassi di click delle mail sono dei numerini che ogni tanto non ci fanno sorridere, nonostante l’email sia ancora lo strumento di marketing con il più alto rendimento, il ritorno è in media di 1 a 38 euro.

 

Tasso di apertura e tasso di click delle mail sono le metriche più evidenti delle campagne di email marketing che mandiamo: dopo poche ore, o addirittura pochi minuti, sulla pagina relativa della nostra piattaforma di email marketing, queste percentuali dovrebbero iniziare a salire.

Dovrebbero, appunto.

Spesso, dopo un incremento nelle prime ore, le percentuali si fermano. Spesso su numeri che ci deludono un po’.

Il migliore tasso di apertura?

Difficile stabilire un tasso di apertura ottimale, il dato varia in base a settore e tipo di azienda.

Se volete guardare le statistiche aggiornate di Mailchimp, divise per settore, le trovate qui.

Diciamo che nel 2017 il tasso di apertura è stato in media del 25%: non un dato particolarmente confortante, anzi.

Ancora peggio è il tasso di click, con una media di poco superiore al 2%.

 

Per suggerirti come migliorare tasso di apertura e tasso di click nelle mail, voglio usare 3 situazioni che chiunque abbia fatto un po’ di DEM ha vissuto.

 

1 – MAIL NON APERTA

La maggior parte delle mail che mandiamo non viene nemmeno aperta.

Ci possono essere vari motivi (non da ultimo l’aggiornamento recente dei vari gmail, hotmail ecc della visualizzazione con tab, dove è il tuo provider a decidere cosa-va-dove), sicuramente uno dei principali è che l’oggetto della mail non interessa al destinatario.

✅ Il consiglio: cambia l’oggetto e il preview text (il testo che appare dopo l’oggetto), per far sì che stimoli la curiosità del destinatario. Il corpo della mail invece tienilo uguale.

2 – MAIL APERTA MA NESSUN CLICK SUI LINK INTERNI

E qui ti domandi sempre: “Ma perché? Perché la mia interessantissima mail è stata letta ma nessuno ha cliccato sugli altrettanto interessantissimi link?”. La domanda corretta da farti sarebbe: “Ma perché la mail e i link così interessanti per me, non sono interessanti per il destinatario?”.

Semplice: il contenuto della tua mail non è stimolante per il lettore.

✅ Il consiglio: scrivi una nuova mail, differente dalla prima ma che tratti lo stesso argomento: cambia angolo di approccio; cambia le call to action; cambia anche oggetto e preview text per allinearlo con il contenuto.

📌 Per il consiglio 1 e il consiglio 2, l’efficacia è massima perché non c’è sovrapposizione tra i due target a cui invieremo le mail.

3 – MAIL NON APERTA

Ma come?? Non ce l’abbiamo già il consiglio per la mail non aperta?

Sì, ma ce n’è un secondo in argomento “mail non aperta” e l’ho voluto tenere per ultimo perché può sembrare il più banale o inefficace.

Ma non è così!

✅ Il consiglio: invia 2 volte la stessa mail. Reinviare la stessa identica potrebbe farti guadagnare dai 3 ai 9 punti percentuali sul tasso di apertura, infatti, come ho scritto sopra, ci sono tante ragioni per cui la prima mail può non essere stata letta.

Concludo con un consiglio extra che noi emailmarkettari dobbiamo sempre tenere a mente:

testare, testare, testare sempre e tutti gli elementi delle nostre mail!

Buon email marketing a tutti!