Una costante analisi del sito Web è importante per la crescita del tuo business.

In qualità di venditore o imprenditore, sei sempre alla ricerca di nuovi modi per attirare traffico al tuo sito Internet?

La popolarità e la reputazione sono due elementi essenziali di un business di successo. Anche da quando il mondo degli affari si è spostato nel mondo digitale, le regole sono rimaste simili.

I motori di ricerca hanno la chiave per la popolarità di un sito aziendale. Continuano ad aggiornare il loro algoritmo (in particolare Google apporta una o due modifiche all’algoritmo ogni giorno, significa una media di 500 all’anno!), e utilizzano l’Intelligenza Artificiale per eliminare eventuali siti fasulli. Google, Bing e Yahoo sono tutti in competizione per fornire i risultati di ricerca più autentici.

Ti potrebbe interessare leggere -> Come trovare nuovi clienti con l’intelligenza artificiale.

Per ottenere una completa analisi di un sito Web, ad oggi non è più sufficiente pensare di ottenere un risultato positivo solo avendo un sito web. La creazione è la parte più semplice da seguire, la manutenzione è molto più complessa.

Analisi sito Web, le basi: il traffico al sito. Stai monitorando le tue pagine web?

Che cos’è il traffico, e perché è importante monitorarlo ai fini dell’analisi di un sito Web?

Ogni volta che un visitatore apre il tuo sito, questa attività si aggiunge al traffico Web. I dati ottenuti si gestiscono in base alle necessità, e possono essere utilizzati per estrarre lead o migliorare la qualità dei contenuti presenti all’interno del sito Web.

Per i responsabili marketing delle aziende, per esempio, il traffico del sito Web è l’informazione principale da analizzare prima di lanciare una campagna di digital marketing.

Ciò che la maggior parte dei siti di business desidera ottenere, è una conversione del traffico che può portare a vendite reali.

A quel punto, tutti gli sforzi per generare contenuti di qualità scritti in ottica SEO, l’attività di social media marketing, e le altre attività di digital marketing, porteranno i loro frutti. Ma i benefici non si fermano qui.

Registrare un traffico di qualità significa che utenti reali hanno visualizzato il contenuto del Web aziendale. Questo corrisponde ad ottenere nuovi potenziali clienti interessati al tuoi prodotti e/o servizi, espandere il business e far crescere l’azienda.

Elevato traffico significa infatti maggiore esposizione, che porterà alla popolarità.

E quando un’azienda è popolare sul mercato, arriveranno anche i profitti.

Google Analytics è dunque il tuo nuovo alleato!

Ti consigliamo di monitorare attentamente:

  • il numero di utenti nuovi che visita il tuo sito web
  • il numero di volte che un utente unico visita il sito
  • le pagine visitate
  • il tempo di permanenza
  • la frequenza di rimbalzo
  • le fonti da cui arrivano le visite

Il tuo sito visto dagli utenti: l’usabilità al sito (Web usability)

L’errore più comune quando si crea un nuovo sito Web, è il focalizzarsi di più sul titolo perfetto, cliccabile o pubblicare l’offerta più completa per aiutare a convertire i lead sui nostri siti.

Così facendo, tuttavia, si dimentica di uno degli aspetti più importanti del nostro sito Web e di altri materiali di marketing: l’usabilità.

L’esperienza utente è una componente importante di una strategia di marketing di successo, perché consente agli utenti di ottenere il massimo valore dai tuoi contenuti e di rendere i tuoi contenuti più divertenti e memorabili.

L’usabilità si riferisce alla facilità di utilizzo del prodotto, del servizio, dei siti Web, ecc. Il grado di usabilità indica quanto (bene/male) una persona può utilizzarli con minime istruzioni a disposizione, per raggiungere i risultati desiderati.

Se noti, per esempio, che la “bounce rate”, ovvero la frequenza di rimbalzo, registrata in Google Analytics è molto alta, forse è il momento di rivedere tutta l’architettura del tuo sito Web e l’ottimizzazione della home page.

Quando un utente atterra per la prima volta sul tuo sito Web aziendale, nella sua mente compie subito una prima analisi sito Web. Come stabilire se è positiva? Lo è quando l’utente ha immediatamente chiaro chi sei e cosa offri.

L’utente dovrebbe anche essere in grado di navigare senza alcuno sforzo per trovare le informazioni di cui ha bisogno, o i prodotti che gli si vuole proporre.

Analisi sito web: gli strumenti da utilizzare

Per avere già una prima idea dell’andamento del tuo sito Internet, ti consigliamo qualche strumento che sarà utile ad una prima analisi.

  1. Strumento di analisi SEO di Neil Pateil: Neil Patel è uno dei più grandi nomi del marketing digitale, ed è riconosciuto per essere tra i primi 100 imprenditori con meno di 30 anni, nominato dall’ex presidente Obama. Creatore di 4 degli strumenti SEO più popolari al mondo e autore di uno dei principali blog di marketing. All’interno del suo portale offre uno strumento gratuito di analisi veloce dei siti Internet, proponendo soluzioni per migliorare gli aspetti negativi.
  2. SeoZoom: è un software italiano che analizza quotidianamente milioni di parole chiave di ricerca, e verifica lo stato di posizionamento di tutti i siti web italiani. Inserendo l’indirizzo del sito nella barra di ricerca avrete una panoramica completa dell’andamento attuale.
  3. SimilarWeb: è una piattaforma online che permette di analizzare alcune metriche di base di un sito come il numero di visitatori mensili, il ranking mondiale e quello del proprio Paese, da dove viene generato il traffico e altro ancora. C’è anche una versione Pro a pagamento consente di effettuare analisi più approfondite.

Potrebbe interessarti leggere anche -> Analisi della concorrenza: 5 tool da provare