La strategia di Brand Advocacy che abbiamo seguito per Call2Net, investendo sulle risorse interne all’azienda, senza spendere in Advertising.

Call2Net è un’azienda italiana fondata nel 2007, che offre servizi di contact center distribuiti in 7 diverse sedi.

Endurance Group da più di un anno è consulente marketing di Call2Net, portando avanti una strategia di marketing che supporta la crescita aziendale.

Il problema individuato: da quando l’algoritmo di Facebook è cambiato, dando la priorità ai contenuti di amici e familiari, a scapito dei contenuti di editori e aziende, abbiamo registrato un calo delle performance della pagina aziendale. Si è reso quindi necessario studiare una soluzione per incrementare i tassi di engagement, sia della pagina di Call2Net che dei post.

La soluzione proposta: per affrontare il problema abbiamo proposto a Call2Net di avviare un’iniziativa di gamification interna, che l’azienda ha accolto positivamente. Il 1 Ottobre 2018 è iniziato così il concorso aziendale Call2BeSocial, della durata di 4 mesi.

I risultati ottenuti: condividiamo tutti i dati che la pagina Facebook di Call2Net ha ottenuto dopo 4 mesi:

  • una crescita del 63%, passando dai 286 like di agosto ai 468 della prima settimana di gennaio 2019;
  • è stata attivata una viralità organica dei contenuti, raggiungendo una media di post engagement pari al 7,55% (con picchi vicino al 10%) e coinvolgendo circa 22.000 utenti unici.

Ecco come abbiamo fatto ad ottenere questi risultati, e perché abbiamo scelto un’iniziativa di gamification interna, basata sul Brand Advocacy.

Brand Advocacy: perché è importante trovare nuove strategie di marketing per le aziende

Il 75% dei consumatori considera falsa la pubblicità. Ma il 90% crede ai consigli degli amici su brand e prodotti, e il 70% si fida delle recensioni online lasciate da altri consumatori.

Questi dati ci aiutano a delineare il contesto attuale in cui ci stiamo muovendo. Ma andiamo con ordine, parlando di connessione.

Oggi tutti noi abbiamo il desiderio di raggiungere e metterci in contatto con altre persone, già conosciute o nuove, sia attraverso la condivisione di contenuti che con l’interazione (commenti, like, direct ecc). Dall’altra parte qualsiasi brand vuole essere in grado di influenzare quante più persone possibili, e mantenere una solida posizione nel mercato.

L’obiettivo delle campagne promozionali di ogni azienda è quello di convincere la gente a parlare positivamente del marchio, sfruttando questo loro desiderio di connessione. Gli utenti, dall’altra parte, devono però essere disposti a condividere le loro esperienze positive con il brand.


Più i prodotti, i servizi e le idee di un’azienda sono condivisi sui social media, maggiori sono le probabilità che diventi non solo un’entità popolare, ma che sia rispettata e considerata autorevole sul mercato.

Questo fenomeno, unito al fatto che la pubblicità tradizionale sta perdendo di efficacia sui consumatori, è il motivo per cui tattiche come il passaparola e l’influencer marketing sono diventate oggi delle priorità in molte strategie. Del resto lo sappiamo bene: la concorrenza è agguerrita e ogni marchio vuole essere in prima posizione. La diretta conseguenza è che le campagne promozionali devono essere sempre più creative e lontane dagli schemi tradizionali.

Così è nato il Brand Advocacy, un processo di marketing che incoraggia gli utenti a condividere le loro esperienze con l’azienda, o i prodotti aziendali. La strategia è quella di utilizzare il loro desiderio di condividere, sfruttandolo (in maniera sana!) per alimentare le strategie di marketing aziendali.

In cosa consiste una strategia di Brand Advocacy

Si parla di Brand Advocacy, quando si portano avanti strategie di marketing che incoraggiano i propri clienti a parlare dei nostri prodotti o servizi. L’obiettivo è la diffusione di informazioni positive sul brand, come succede con le recensioni su Facebook, TripAdvisor, Google My Business ecc.

Il Brand Advocacy è il megafono del marketing fondato sul passaparola, dove clienti felici parlano positivamente del brand.

Brand Advocacy: come impostare una strategia di successo. Il caso di Call2Net

Gli incentivi funzionano. Sempre. E sono particolarmente utili quando si crea per la prima volta la community attorno al proprio marchio. Il 79% dei consumatori ha affermato che la ragione principale per cui seguono alcune pagine aziendali su Facebook è quella di ottenere uno sconto.

Le aziende possono quindi offrire uno sconto per ottenere un like o un commento ad un post, o per essere taggati all’interno delle stories degli utenti. Per le piccole nuove imprese o startup, che stanno creando la loro presenza online, organizzare un concorso per convincere i clienti a pubblicare una recensione, contribuirà a costruire una base fondamentale di fan.

Ecco tutti i passaggi che abbiamo seguito per il nostro concorso di Brand Advocacy in Call2Net:

  1. identificazione del pubblico: abbiamo scelto di coinvolgere tutti gli operatori delle 7 sedi di Call2Net dislocate sul territorio nazionale;
  2. scelta del periodo di validità del concorso: abbiamo optato per una durata di 4 mesi, con scadenza al termine delle vacanze dell’epifania;
  3. chiara definizione delle modalità di partecipazione e di condivisione: ad ogni operatore è stato chiesto di condividere e/o creare sul proprio profilo personale i contenuti di Call2Net, e/o inerenti alla vita in Call2Net. Per questo punto vi suggeriamo di essere molto precisi sulla tipologia di contenuti consentiti, al fine di non avere problemi soprattutto al momento della scelta dei vincitori;
  4. definizione dei premi: sono stati premiati i 5 operatori che, nel periodo del concorso, hanno condiviso e/o creato il maggior numero di contenuti. In questo caso i vincitori si sono aggiudicati dei buoni spesa, di vario importo;
  5. monitoraggio del concorso durante tutta la sua durata;
  6. condivisione del risultato, con pubblicazione delle foto dei vincitori nel sito aziendale: lo potete trovare a questo link!

Ricordate infine che, anche se il passaparola può essere la vostra risorsa più forte per il marketing, ciò non significa che non avete più bisogno di tutto il resto. Tenete sempre a mente i bisogni, i desideri e le aspettative dei vostri migliori clienti quando create le campagne di marketing. 

Più voi pensate a loro, più loro penseranno al vostro marchio.

Se vuoi avere più informazioni su questa iniziativa, o crearne una nuova per il tuo brand, contattaci!